La storia della città di Osh è formata da leggende. Secondo alcune opinioni, il territorio della città fu visitato in precedenza dal re Salomone con i suoi militari e il generale greco Alessandro Magno. Anche un leggendario conquistatore Babur, il rappresentante della dinastia dei Timuridi, trascorse parte della sua vita qui.

Questa antica città è la fusione di diverse culture e diversi secoli. Davanti agli occhi dei viaggiatori appaiono magnifici monumenti architettonici e imponenti edifici antichi, come moschee e madrase.

Il centro della città è famoso per la montagna sacra di Sulayman-Too. Qui, c’è anche un omonimo complesso culturale. Ogni anno, un gran numero di pellegrini visita questi luoghi. Il mercato locale è anche molto popolare tra i turisti. I banchi del bazar si trovano direttamente all’aria aperta. Qui puoi vedere il ​​lavoro di artigiani e immergerti in una speciale e colorata atmosfera asiatica.

Osh può diventare un punto di partenza per altre destinazioni vicine. La connessione stradale è ben sviluppata in questa regione. Dalla città si può facilmente andare, per esempio, a Pamir o Bishkek. C’è anche un piccolo aeroporto che funziona ancora.